Utilizzare YouTube come alternativa a Spotify gratis

Ovvero come ascoltare i nostri brani preferiti ovunque, legamente e senza spendere un centesimo.

"Il bello della musica è che quando ti colpisce non senti dolore."

Iscriviti alla PAGINA FACEBOOK del Proteiforme, per rimanere sempre aggiornato, senza spam, sul nuove guide e tutorial gratuiti 🙂

Se invece hai hai dei dubbi, commenta l’articolo o scrivici su Facebook!

Tra le polemiche su Spotify e l’infinito battibeccare sulla pirateria multimediale, si sente il bisogno di trovare un’alternativa gratuita, legale e soprattutto comoda per permetterci di ascoltare i nostri brani preferiti in streaming, salvarli localmente e goderci la nostra musica in maniera semplice e gratuita.

Seguire questa guida vi permetterà di sfruttare al meglio le risorse presenti in rete per ottenere una sorta di Spotify gratuito, contenente milioni di brani, con playlist, condivisione social e possiblità di salvare la vostra musica sul dispositivo che utilizzate.

Come? Con YouTube e un paio di applicazioni veramente interessanti!

MUSICA GRATIS SU PC

Ascoltare musica sul PC non è mai stato un grosso problema.
Quasi tutti siamo ormai abituati a cercare la nostra canzone preferita su YouTube e metterla in play, spesso ignorandone il video, mentre facciamo altro. Il metodo è comodo, gratuito ed offre anche una buona qualità. La libreria musicale presente su YouTube, inoltre, è sconfinata: persino meglio di quanto si possa trovare su Spotify o su iTunes.
Certo, la qualità non sarà professionale, ma contando che la maggior parte degli utenti utilizza le cuffie o gli altoparlanti del laptop questo è un difetto pressochè trascurabile (anche perchè la qualità risulta comunque più che accettabile).

Ma se avessimo un’applicazione dall’interfaccia semplice e comoda, senza pubblicità di nessun tipo, in grado di gestire playlist e preferenze e totalmente gratuita che sapesse sfruttare il database di YouTube per farci godere in pace i nostri brani?
Bene, questo software esiste, e tiene fede a tutte le sue promesse senza esser complesso o pesante.

Il Proteiforme consiglia:  Privacy Totale su Android senza root: VirtualXposed [2020]

Stiamo parlando di Headset, un player per YouTube che integra funzioni di ricerca, salvataggio playlist, shuffle e video player con un’interfaccia veramente minimale che ricorda molto da vicino un misto tra Spotify e VLC Player.
Scaricarlo è facile: basta cliccare su “Headset.exe” o seguire questo link diretto (per la versione 1.8.1) e installare il software come richiesto.
Esistono anche versioni per altri sistemi operativi, nella sezione apposita (al momento sono supportati MacOS, tutte le versioni di Linux e il codice sorgente per altri sistemi *nix).

Una volta installato e avviato, ci si rende subito conto dell’estrema intuitività del software: basta utilizzare il tasto “Search” per trovare e far suonare i propri brani, senza alcun tipo di limitazione.
Headset apre due finestre separate, una dedicata al video (che non può essere chiusa ma solo minimizzata se si volesse solo ascoltare i propri brani) e una dedicata all’audio e alla ricerca. E’ possibile, ovviamente, cercare nuove canzoni o esplorare le altre sezioni mentre si è in play.
Una funzione molto interessante è quella della scheda “Radio“: si tratta sostanzialmente di playlist dinamiche e in costante aggiornamento divise per genere e popolarità, utilissime per chi vuole un sottofondo di un certo tipo senza dover per forza scegliere ogni volta un brano o rischiare di incappare in generi non desiderati.
E’ inoltre possibile creare le proprie “Collections” e mettere i “Like” alle canzoni per trovarsele nella scheda corrispondente, previa registrazione (da effettuare nella app e richiedente pochi secondi), di modo da poter accedere alle proprie canzoni preferite da qualunque PC con Headset installato.

Per concludere, Headset è la quintessenza dello streaming musicale da YouTube.
Offre qualità, semplicità ed eleganza, funzioni avanzate e parecchia comodità: il tutto gratuitamente e senza alcun tipo di pubblicità.
Inoltre, ultimo ma non ultimo, sembra che il suo algoritmo di scelta dei video correlati sia molto più sensato di quello di YouTube (che lascia parecchio a desiderare).

Il Proteiforme consiglia:  VAVOO Pro crackato: TV Satellitare gratis senza blocchi

MUSICA GRATIS SULLO SMARTPHONE

Passiamo ora alla parte probabilmente più interessante di tutta la guida: la vera alternativa gratuita e funzionante a Spotify Premium.
Come tutti sappiamo, Spotify offre a modico costo una libreria musicale vasta e di qualità, creando persino playlist personalizzate e dando la possibilità di salvare i propri brani per non sprecare traffico dati durante l’ascolto.
Non tutti, però, vogliono pagare per ascoltare musica: la polemica su Spotify craccato ne è una dimostrazione lampante.
Ma, al di là delle considerazioni etiche, esiste un modo per evitare di scadere nell’illegale e di ascoltare i propri brani preferiti in maniera totalmente gratuita.
In questo tutorial illustrerò l’utilizzo e l’installazione di un’applicazione basata su YouTube che risulta essere la più valida alternativa a Spotify da installare sul proprio Android.

L’applicazione in questione si chiama NewPipe e, come prevedibile, non è disponibile sul Play Store. Per scaricarla, se avete installato lo store alternativo F-Droid (installatore qui, da installare caricandolo via USB), basta cercarla su di esso e seguire la procedura standard.
Se invece, come quasi tutti gli utenti, non avete F-Droid non preoccupatevi: basterà scaricare l’applicazione da qui, caricarla tramite USB sul vostro telefono e installarla.

Una volta installata e aperta, ci si ritroverà con un’interfaccia molto simile a quella di YouTube.
Basta premere l’icona della ricerca per trovare il proprio brano preferito, dopodichè abbiamo alcune opzioni a disposizione:

  • Tenendo premuto il dito sulla canzone possiamo scegliere se aggiungerla in coda al sottofondo, che equivale a mandarla in Play se non avete nulla in riproduzione o ad aggiungerla alla coda di riproduzione. Da notare che possiamo ascoltare le canzoni in sottofondo anche a schermo spento o cambiando applicazione;
  • Allo stesso modo possiamo aggiungerla alla coda del Popup. Il Popup è un’utile funzione che apre una piccola finestra video fluttuante, che possiamo spostare, ingrandire o chiudere, e che rimarrà sempre in primo piano permettendoci di utilizzare altre applicazioni mentre ci godiamo il nostro video preferito;
  • La terza funzione si spiega da sola: possiamo creare le nostre playlist personalizzate direttamente con un click;
  • Premendo invece una volta sulla canzone scelta entreremo in un menù del tutto simile, con il tasto per le playlist, per il sottofondo e per il popup.
    La differenza, qui, sta nel fatto che premendo “Sottofondo” forzeremo il play della canzone interrompendo la riproduzione attuale;
  • Su questo menu, inoltre, abbiamo l’opzione “Scarica“: come dice il nome, ci permette di scaricare il video o l’audio della traccia direttamente sul nostro cellulare.
Il Proteiforme consiglia:  SleepCycle craccato? La sveglia Smart con monitoraggio del sonno e finestra di risveglio

Ci sono molti vantaggi nell’utilizzo di NewPipe.
Innanzitutto ci permette di ascoltare canzoni da YouTube escludendo il video corrispondente e quindi risparmiando moltissimo traffico dati (similmente a Spotify).
Inoltre le canzoni in riproduzione si sentiranno anche a schermo spento o navigando su altre applicazioni, presentando nell’area di notifica una barra di riproduzione identica a quella di tutti gli altri lettori musicali, Spotify compreso.
Scaricando gli audio, infine, avremo la possibilità di risparmiare ancora più dati sfruttando la connessione WiFi quando disponibile e poi godendoci i nostri brani sullo smartphone quando siamo in giro.

Le funzioni di NewPipe non si fermano qui: sincronizzazione con YouTube, ricerca su SoundCloud, cronologia di riproduzione e sezione “I più riprodotti” e una sezione Impostazioni veramente completa aumentano sensibilmente la comodità di questa app, ma per lo scopo che ci siamo prefissi ciò che abbiamo spiegato basta e avanza.

CONCLUSIONI

In conclusione, abbiamo visto come trasformare il nostro PC o il nostro smartphone Android in versioni alternative, gratuite e senza pubblicità di Spotify, sacrificando forse un poco di eleganza (su Android) ma risparmiando soldi, tempo e traffico dati senza rinunciare alla qualità e all’offerta incredibile (e forse addirittura superiore a quella dei servizi a pagamento) di YouTube.

Non mi resta che augurarvi buon ascolto e mi raccomando…prima di craccare Spotify (che è illegale ed eticamente discutibile) provate queste utilissime alternative gratuite! 🙂

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.