Rendere il PC raggiungibile con un DNS Dinamico gratuito

Un IP statico ci permette di accedere facilmente al nostro computer da ovunque ci troviamo. Ottenere un IP statico, però, è spesso costoso e difficile. Vediamo allora quali sono le principali soluzioni totalmente gratuite e con pochissime limitazioni per ottenere un DNS dinamico permanente in pochi passaggi e senza spendere tempo e denaro inutilmente.

CABLEMAN
"Comunque, è sempre infinitamente più difficile essere semplici che essere complicati."
Giovannino Guareschi
Scrittore e Umorista

Iscriviti alla PAGINA FACEBOOK del Proteiforme, per rimanere sempre aggiornato, senza spam, sul nuove guide e tutorial gratuiti 🙂

Se invece hai hai dei dubbi, commenta l’articolo o scrivici su Facebook!

Se siete arrivati in questa pagina, sicuramente saprete già cos’è un DNS dinamico e che benefici può portare.
Per chi invece non lo sapesse, bisogna fare una doverosa premessa riguardo al concetto di IP statico e dinamico, e sul perchè un DNS dinamico può risultare utile e vantaggioso.
Lo scopo della prima sezione di questa guida sarà proprio questo, mentre nelle sezioni successive andremo a illustrare i principali servizi gratuiti ed alcune applicazioni pratiche del sistema che vogliamo mettere in atto.

IP STATICI E DINAMICI: COSA SONO?

Internet funziona, proprio come il mondo fisico, ad indirizzi.
Ogni computer connesso alla rete, ogni server, ogni sito web, possiede un proprio indirizzo univoco grazie al quale è possibile inviare e ricevere dati senza correre il rischio di non sapere a chi li si sta mandando.
Navigando su www.google.it, ad esempio, si sta indicando al nostro browser web di mettersi in comunicazione con i server fisici che forniscono il sito del motore di ricerca più famoso del web, e lo stesso vale per qualsiasi altro sito o computer connesso alla rete.

In realtà www.google.it è un nome, una sorta di alias che, interpretato da appositi servizi chiamati DNS (Domain Name System), si trasforma in un numero come 216.58.205.67 (quello di Google attualmente è proprio questo): l’indirizzo IP.
Digitando questo numero al posto di www.google.it, otterremo infatti il medesimo risultato; questo perchè il nome facile da ricordare scritto sopra viene automaticamente tradotto dai DNS nel difficile numero scritto più in basso, che indica la posizione nella rete dei server di Google.

Il Proteiforme consiglia:  Come utilizzare MSN Messenger (o Windows Live Messenger) nel 2019 - Con il vostro vecchio account!

Anche il nostro computer ha un indirizzo ip, con il quale ci interfacciamo con la rete, e proprio questo indirizzo ci permette di essere riconoscibili dai vari siti che utilizziamo (facebook, instagram, google stesso e via dicendo) e “contattabili”.
La differenza tra l’IP pubblico del nostro computer di casa e l’IP pubblico di www.google.it è che quello di Google è statico, ovvero non cambia con il tempo e se cambia viene prontamente associato al www corrispondente, mentre l’IP dei computer d’uso comune (salvo eccezioni) cambiano continuamente a seconda della disponibilità e delle scelte del nostro provider (che sia Vodafone, Telecom Italia o Wind).

In pratica, per quel che interessa a noi al fine di continuare questa guida, il nostro PC di casa possiede un IP dinamico, mentre i server di Google ne possiedono uno statico.

QUALE SAREBBE IL VANTAGGIO DI UN IP STATICO?

Avere un IP statico può essere inutile per la maggior parte delle persone.
Navigare su internet, guardare video in streaming o utilizzare i social non richiedono un IP dinamico, nè tantomeno ne traggono benifici.
Allo stesso modo, però, avere un IP statico rende il computer raggiungibile da ovunque utilizzando sempre lo stesso indirizzo. Questo può risultare estremamente utile se non addirittura necessario nel caso il computer in questione offra dei servizi o debba fornire dei dati e necessiti dunque di essere facilmente individuabile all’interno del web.

Un esempio pratico è il trasferimento dei file: quante volte vorremmo “quel documento word che abbiamo sulla scrivania” o desidereremmo “quella canzone che sta nei miei documenti” ma non sappiamo minimamente come accedere al nostro computer?

Il Proteiforme consiglia:  Nintendo SWITCH su PC con Yuzu: Pokemon Let's Go! e altri giochi

Il primo passo per risolvere questi problemi è ottenere un DNS dinamico, ovvero un servizio che assegni un nome facile da ricordare (come www.nostronome.nomedelservizio.com) al nostro indirizzo IP e sappia sempre aggiornarlo in base ai cambiamenti dell’indirizzo stesso.

I DNS DINAMICI: FUNZIONALITA' E COMPARAZIONE

I DNS dinamici sono servizi particolari, ed è difficile trovarne di buoni senza spendere soldi o senza dover sottostare a limitazioni fin troppo frustranti per essere accettabili.
La missione di un servizio DNS dinamico è quella di collegare l’IP dinamico del nostro computer ad un nome fisso, registrato in seno al provider del servizio.
La difficoltà nel riuscire ad ottenere un buon servizio a costo zero sta proprio qui: quale azienda può fornirci un nome statico gratuitamente, senza troppi limiti e senza interruzioni del servizio?

Un ottimo provider di DNS dinamici è Dynu, che offre un piano gratuito estremamente completo, senza limiti di tempo e con un gran numero di caratteristiche che poco hanno da invidiare a un servizio a pagamento.
Dopo essersi registrati dalla pagina sopra fornita, è sufficiente recarsi nel proprio pannello di controllo per avere la panoramica completa del vostro account.
Nella sezione dedicata al DDNS (Dynamic DNS) si potrà dunque aggiungere una nuova registrazione gratuita (scegliendo l’opzione apposita) che avrà già automaticamente in memoria l’indirizzo IP dal quale state accedendo.
Ovviamente questo non basta: c’è bisogno di qualcosa che riesca ad aggiornare il nostro IP e a collegarlo costantemente al nome da noi scelto. Nella sezione download di Dynu, a tale scopo, troviamo il client ufficiale del servizio. Il client, per comodità, è disponibile anche qui per Windows, qui per Mac e qui (rpm) o qui (deb) per Linux. Inoltre, nella pagina dei download, sono presenti le versioni per Android, iPhone e perfino per Google Chrome. Basterà scaricarlo ed installarlo, per poi accedere con le nostre credenziali Dynu, per attivare automaticamente l’aggiornamento dell’IP ogni pochi minuti.
Con Dynu è possibile registrare più di un DNS Dinamico, scegliere tra una vasta gamma di nomi ed essere tranquilli riguardo alla privacy ed alla sicurezza grazie all’infrastruttura solida e avanzata del provider.

Il Proteiforme consiglia:  Navigare anonimi: privacy totale online, ecco come

Un competitor di Dynu è Dnsdynamics.
Questo provider, anch’esso totalmente gratuito per i nostri scopi, fa della semplicità la sua forza. Dall’interfaccia spartana del sito si capisce già molto: basta controllare la disponibilità del nome che vogliamo e premere “Sign Up” per registrarci per entrare nel nostro pannello di controllo.
Una volta registrati ci possiamo recare su “Manage” per aggiungere il nostro DNS dinamico: anche in questo caso, l’IP di navigazione sarà riconosciuto ed inserito automaticamente.
Ottenere il software per l’aggiornamento automatico è, anche in questo caso, semplicissimo. Nella pagina principale troviamo i link ai client del provider (l’ultima versione per Windows è scaricabile anche da qui), basta scaricarli ed installarli ed il gioco è fatto.
ATTENZIONE: alcuni antivirus riportano erroneamente come virus i client di Dnsdynamics; in tal caso o si aggiunge il file alle esclusioni dell’antivirus o si utilizza Dynu (consiglio: leggi la nostra guida su come rendere sicuro il tuo PC a costo zero e con semplicità, per evitare questi disagi!).

I due servizi sopra descritti sono molto simili, sia come funzionalità che come procedura di attivazione. Le differenze principali sono due, e caratterizzano i due provider.
Dynu punta tutto sulla completezza e la modernità: offre servizi di grande qualità, un pannello di controllo fin troppo elaborato e propone piani tariffari vantaggiosi anche per altri tipi di funzionalità.
Dnsdynamics, invece, fa della semplicità il suo cavallo di battaglia: pagine veloci, procedure semplicissime, nessuna funzione aggiuntiva proposta all’utente.

La scelta, dunque, di uno o dell’altro provider (o di entrambi) è totalmente basata sulle vostre preferenze personali.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.