Bloccare le pubblicità su Android [senza Root e gratuitamente] – Blokada

 

Guida rapida per liberarsi gratuitamente da ogni pubblicità su smartphone Android

blokada_icon
"La pubblicità ha il compito di indurre la gente a comperare delle cose di cui non ha bisogno, con denaro che non ha, per impressionare altre persone che non conosce"
Danilo Arlenghi

Iscriviti alla PAGINA FACEBOOK del Proteiforme, per rimanere sempre aggiornato, senza spam, sul nuove guide e tutorial gratuiti 🙂

Se invece hai hai dei dubbi, commenta l’articolo o scrivici su Facebook!

INTRODUZIONE

La pubblicità è la chiave del guadagno di migliaia se non milioni di aziende di tutto il mondo.
Dalla televisione a YouTube, da Facebook alle app gratuite, da Times Square ai giornali stampati, il mondo intero si basa sulle pubblicità per generare interesse e profitto dall’utilizzo dei propri prodotti.

A volte le pubblicità sono discrete, magari nascoste in qualche riquadro invisibile agli occhi ma registrato dall’inconscio, altre volte sono più evidenti (come nel caso degli stacchi pubblicitari televisivi), ma in ogni caso esse sono presenti e condizionano la nostra vita.

Sempre più spesso, inoltre, le pubblicità spuntano da ogni sito, ogni app e ogni link che seguiamo inducendoci a cliccare dove non vogliamo ed esponendoci a rischi, preoccupazioni ed enormi perdite di tempo.

Ma come risolvere il problema gratuitamente e senza particolari conoscenze tecniche?
Se avete un dispositivo Android (ad esempio il vostro smartphone), questa guida è quello che fa per voi.

C'È PUBBLICITÀ E PUBBLICITÀ...

Come dicevamo poco prima, ci sono diversi tipi di pubblicità.
Conoscerli è importante, soprattutto per capire come evitare la “pubblicità cattiva” lasciando spazio ai piccoli sviluppatori che con la pubblicità ci campano.

Nel caso invece voleste passare direttamente alle modalità di blocco degli annunci, utilizzate l’indice in cima all’articolo.

In questo articolo imparerete a proteggervi principalmente da questi tipi di pubblicità invasive:

  • Banner pubblicitari di siti web e applicazioni
    • Si tratta delle classiche pubblicità che compaiono nei siti web mentre, ad esempio, state cercando di vedere un film in streaming o state leggendo un articolo di giornale.
      Sono anche le stesse pubblicità delle app con annunci che potete trovare sul Play Store, e che impediscono di fruire delle funzionalità dell’applicazione proponendovi continuamente prodotti non richiesti
  • Dati di profilazione, tracciamento e analisi
    • La categoria più pericolosa e nascosta: sono piccole quantità di dati che molte app e molti siti inviano ai Big Data (Google, Facebook…) per permettere loro di analizzare le vostre abitudini e “cucire” annunci su misura basati sui vostri interessi. Sostanzialmente, un pericolo enorme per la nostra privacy
Il Proteiforme consiglia:  Spotify craccato per iOS - Tutto ciò che serve sapere

Sui sistemi Android ci sono molti metodi per evitare questo tipo di situazioni, ma spesso sono metodi macchinosi, a pagamento oppure basati su prerequisiti che non tutti hanno.

BLOKADA, LA PROTEZIONE GRATUITA E TRASPARENTE

Tra tutti i metodi per eliminare la presenza di fastidiosi banner pubblicitari, di certo il più semplice e completo è Blokada.

Questa app, pensata specificatamente per i sistemi Android e quindi non disponibile per iPhone, Windows o Mac (per i quali pubblicheremo una guida apposita), agisce in modo intelligente ponendosi come filtro tra il nostro smartphone e il resto del mondo, salvando tempo, pazienza e persino dati.

Ma passiamo alla pratica.
Blokada si scarica da questo link (sito ufficiale) o da questo mirror (versione 3.6) .
Una volta scaricato e installato (Android potrebbe chiedervi le autorizzazioni necessarie, dategliele), sarà sufficiente aprirlo e premere il pulsante al centro per avviare la protezione basica (che già garantisce un’esperienza piacevole durante la navigazione).

Nell’immagine sottostante abbiamo disabilitato le notifiche di blocco, in quanto attivate in seguito nella sezione “Impostazioni Avanzate”.

Per essere veramente protetti e al sicuro, però, è il caso di prendere degli accorgimenti.
Innanzitutto è fortemente consigliato permettere al programma di avviarsi automaticamente e di rimanere aperto in background, oltre che fargli aggiornare il suo database di scocciatori. Per far questo, basta andare su “Impostazioni avanzate” e attivare le spunte come da immagine sottostante (consigliamo di far controllare gli aggiornamenti una volta a settimana).

In caso di problemi nel mantenimento dell’attività dell’applicazione, è utile attivare anche la spunta “Forza Risveglio” presente sempre in “Impostazioni Avanzate”.

Come ultimo passaggio, dalla schermata principale andiamo sulla sezione “DNS” e modifichiamo il valore dal predefinito a “AdGuard DNS”.
Questo permetterà al programma di porre un ulteriore filtro intermedio tra noi e la rete, utilizzando i server di AdGuard per controllare verso quali siti ci stiamo connettendo e per evitare di andare su siti malevoli o comunque pubblicitari.

Ecco fatto!
Con questa configurazione la maggior parte degli annunci pubblicitari nelle app, nel browser e spesso persino su piattaforme come YouTube e Facebook saranno bloccati!

Nonostante Blokada sia già pronto in questo modo, consigliamo di dare un’occhiata al prossimo capitolo per imparare come difendervi ancora meglio dal tracking e dalle violazioni della privacy.

CONFIGURAZIONI AGGIUNTIVE

Blokada è attivo e perfettamente in grado di proteggerci da pubblicità, annunci e sporcizia varia.
Già dai prossimi minuti potrete vedere (o meglio, non vedere) il funzionamento quasi magico di questa bellissima applicazione gratuita.

Ma se volessimo un livello di privacy e protezione sempre maggiori?
Può Blokada aiutarci ulteriormente?
La risposta è, ovviamente, si.

Nella schermata principale, rechiamoci su “Blacklist“.
Ci appariranno una serie di liste con delle spunte, delle quali solo una è attiva. Queste liste contengono le regole che Blokada adotta per filtrare la pubblicità, e quella attiva è (di solito) “Energized Blu (consigliata)”.
Va da se che più liste attive equivalgono a più pubblicità bloccata ma attenzione! Troppe regole possono portare al malfunzionamento di molti programmi che utilizzano internet!

Per semplificarvi la vita, ecco le liste che abbiamo attivato e che non ci stanno dando alcun tipo di problema:

  • Energized Blu (Consigliata)
  • Goodbye Ads di Jerryn70
  • File host AdAway
  • Lista blocca criptovalute

Grazie a queste liste avremo bloccato

Il tutto senza pregiudicare la nostra esperienza di navigazione.

Un accorgimento importante, in caso Facebook inizi a dare problemi dopo l’applicazione delle liste, è aggiungere Facebook alla Whitelist andando nell’omonima sezione della schermata principale.
Questo basterà a risolvere il problema.

Il nostro tutorial è finito! 
Se siete soddisfatti o avete dubbi, o per qualsiasi domanda e chiarimento, scriveteci nei commenti cosa ne pensate e condividete l’articolo con i vostri amici!

Il Proteiforme consiglia:  Truecaller Premium craccato? Tutto ciò che serve sapere

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.