Se hai un iPhone e hai bisogno di una app per Android, se hai solo il PC, se vuoi la tua app preferita sul tuo desktop o laptop...questa guida è quello che fa per te!

L'Ingegno è vedere possibilità dove altri non ne vedono
Enrico Mattei

Iscriviti alla PAGINA FACEBOOK del Proteiforme, per rimanere sempre aggiornato, senza spam, sul nuove guide e tutorial gratuiti 🙂

Se invece hai hai dei dubbi, commenta l’articolo o scrivici su Facebook!

Semplicità
5/5
Affidabilità
5/5
Utilità
4/5

Introduzione

Chi ha uno smartphone Android sa bene quanto è comodo trovare migliaia di app gratuite sul Play Store, e quanto sono infinite le possibilità quando si parla di applicazioni aggiuntive.

TVTap è un buon esempio di questo: la popolare applicazione televisiva per Android non ha versioni per iPhone, Mac o Windows.
Chi vuole godersi la televisione in streaming, come spiegato nella nostra guida, deve comprarsi un tablet, uno smartphone o una smartbox Android.

Ma siamo sicuri che non ci siano altre possibilità?

Android, iOS, Windows, Mac...

I sistemi operativi più utilizzati al giorno d’oggi sono questi quattro: Android, iOS (iPhone), Windows e Mac.
Tralasciando i sistemi più orientati al lavoro, come Linux, questi quattro dominano il mercato attraverso gli smartphone (Android e iOS) e i PC (Windows e Mac).

Gli utenti amano gli uni o gli altri a seconda delle proprie esigenze e preferenze personali, ma l’incompatibilità delle applicazioni tra un sistema e l’altro rimane e rimarrà sempre una spina nel fianco di chiunque.

Quante app per Mac non vanno su Windows, o viceversa? Quanti programmi per Android vengono cercati su iPhone senza successo?

Con questa guida ci proponiamo di risolvere una buona parte di questi problemi, permettendoci di installare Android su Windows di modo da avere tutta la potenza e la versatilità del Play Store a portata di click.

BlueStacks: Android per Windows

Android su Windows può sembrare inutile, a chi possiede già uno smartphone equipaggiato con esso; eppure i vantaggi sono molti.
Ci sono svariati giochi che richiedono grande potenza di calcolo, o che sono semplicemente molto più godibili sugli schermi dei PC.
Allo stesso modo, chi ha un iPhone sarà entusiasta di poter finalmente avere tutte le app Android sul proprio laptop Windows.

Ma come è possibile fare ciò?

La risposta è: BlueStacks.

BlueStacks è un emulatore, tecnicamente è una macchina virtuale, che ricrea un ambiente Android su Windows in maniera estremamente semplice e rapida.
Una volta installato e configurato, in pochi click, ci troveremo di fronte a un tablet su PC, in grado di accedere al Play Store, alla Webcam (se l’abbiamo), a Internet e a tutto il mondo Android.

Scaricare Bluestacks

Scaricare BlueStacks è semplicissimo: rechiamoci sul sito ufficiale cliccando su questo link e premiamo sul pulsante al centro della pagina.

Una volta scaricata l’applicazione, installiamola come una qualsiasi altra applicazione lasciando invariate le eventuali opzioni.

A fine installazione, si aprirà automaticamente il programma.

Configurazione

Una volta avviato BlueStacks, ci verrà chiesto di registrarci con Google.

Come in un qualsiasi tablet Android, infatti, è importante autenticarsi con Google per poter fruire del Play Store, dei backup automatici e delle varie funzionalità di Android.

Procediamo e inseriamo mail e password del nostro account Google (lo stesso che usate sullo smartphone).
Dopo qualche instante sarà possibile utilizzare il sistema come un tablet tradizionale.

Il funzionamento è davvero semplice: in alto le schede ci permetteranno di spostarci tra le applicazioni aperte, mentre la scheda Home ci riporterà sulla home del nostro tablet virtuale.

In alto a sinistra ci sono le opzioni di BlueStacks, come la risoluzione dello schermo (in Impostazioni), i consigli per velocizzare il software e, soprattutto, la sezione Engine (sempre in Impostazioni) che ci consentirà di dare potenza al nostro Android virtuale.

Il consiglio è di lasciare tutto com’è, aumentando le impostazioni di Engine solo nel caso l’emulazione si rivelasse lenta.

Note finali

Installare Android su Windows è veramente facile ed utile, e porta a numerosi vantaggi.

Come vi siete trovati a seguire questa guida?
Vi è piaciuta o c’è qualcosa di non chiaro?

Se vi è piaciuta condividetela con gli amici e magari lasciate un commento, diteci anche se qualcosa non vi torna!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top