La console di Nintendo ha segnato un ulteriore passo avanti nel mondo dei videogiochi. Ma è possibile giocare ai titoli Switch su PC senza spendere un centesimo? Scopriamolo insieme!

Facilità
3.5/5
Utilità
5/5
Stabilità
3.5/5

Iscriviti alla PAGINA FACEBOOK del Proteiforme, per rimanere sempre aggiornato, senza spam, sul nuove guide e tutorial gratuiti 🙂

Se invece hai hai dei dubbi, commenta l’articolo o scrivici su Facebook!

DISCLAIMER

La pirateria è un reato, e come tale non è incoraggiato nè supportato dagli autori di questo articolo e dal proprietario del sito web.

Qualsiasi utilizzo illecito delle informazioni contenute in questa guida, che vengono fornite solo e solamente a scopo informativo e al fine di permettere la fruizione di contenuti legali, è fortemente osteggiato dagli autori e dal proprietario del sito web.

Si ricorda inoltre che tutte le risorse, i link e le informazioni contenute nella presente guida sono risultato di un’aggregazione di elementi già presenti sul web.

Introduzione

Quando si parla di emulatori, si pensa subito al GameBoy, al Nintendo NES e SNES, alla PlayStation 1.
In un nostro articolo, abbiamo visto come giocare ai propri titoli preferiti realizzando una console di retrogaming con soli 35 euro, e nel nostro negozio potete già trovare la console pronta, funzionante e con tutti gli accessori del caso.

Un discorso diverso è, invece, l’emulazione di console moderne che, per definizione, è un campo minato nel quale la performance è tutto tranne che garantita.
Ancora oggi, l’emulazione della PlayStation 2 è difficoltosa e sta iniziando da poco ad essere considerata stabile.

Com’è possibile, quindi, emulare una console moderna come la Switch?
Beh, il team di sviluppo di Yuzu è riuscito a ricreare l’architettura della Switch in modo molto promettente.

N.B. Yuzu è ben fatto, e come tale è molto pesante; serve un computer molto potente per eseguirlo. Consigliamo vivamente almeno 16GB di RAM, una scheda video in grado di gestire bene i giochi (RX580, Nvidia 1060…) e una CPU con un’alta frequenza (dai 3.5 GHz). Nonostante le nostre prove si basino su una build AMD, è stato riportato un incremento di prestazioni su sistemi Intel / Nvidia.

Yuzu: come installarlo

Yuzu è un progetto in crescita: ogni giorno vengono implementate funzioni nuove e miglioramenti.

Il team di sviluppo fornisce un comodo installer in grado di tenere la propria versione (fortunatamente) sempre aggiornata: a questo indirizzo, cliccando su Windows, si scaricherà un installer.
Una volta aperto, consigliamo a tutti di selezionare la versione Canary: si tratta della versione più stabile tra quelle più aggiornate e, attualmente, è quella che meglio funziona ai nostri scopi.

Una volta installato Yuzu, dobbiamo però configurare l’emulatore per essere in grado di leggere e decrittare i giochi per Switch. 
Per far questo, occorre installare due componenti molto importanti: le chiavi di decrittazione e i file di sistema della console stessa. Va da se che per rientrare nel legale bisogna possedere una console e fare il dump (estrazione) di chiavi e sistema da lì (qui una guida), ma se non abbiamo la Switch?

Alcuni utenti hanno messo a disposizione i propri sistemi pubblicamente, ma attenzione! Giocare a titoli non posseduti è un reato, fate questo solo se possedete una Switch e i giochi!

Innanzitutto bisogna scaricare le chiavi di sistema, reperibili a questo indirizzo.
Una volta scaricate, premiamo sulla tastiera la combinazione WIN+R (tasto windows+ tasto R) e scriviamo %APPDATA%. Premendo invio, troveremo moltissime cartelle. Recatevi nella cartella “Yuzu” e create una nuova cartella denominata “keys”. Ora copiate il contenuto dell’archivio scaricato (non l’archivio, ma quello che c’è dentro) nella cartella keys. Dovreste ottenere la cartella keys con dentro due file di piccola dimensione.

Il passo successivo è installare i file di sistema.
Scarichiamo questo archivio, contenente i file che ci servono. Dopodichè rechiamoci nella cartella che abbiamo aperto in precedenza (%APPDATA% -> Yuzu), navighiamo nella cartella “nand” e poi entriamo in “system“. Copiamo ora la cartella “Contents” presente nell’archivio scaricato all’interno della cartella system. Non preoccupatevi se ce n’è già una e premete si in caso di richiesta di sovrascrivere i file già presenti.

Ottimo, Yuzu è stato installato!

Configurazioni ottimali

Per ottenere il massimo da Yuzu, occorre configurarlo.

Apriamo Yuzu dal menu Start o dal Desktop e rechiamoci nel menu Emulation -> Configure.
N.B. Se Yuzu si blocca all’apertura, avviatelo in questo modo: premete WIN+R e scrivete “%LOCALAPPDATA%\Yuzu”; date invio e avviate il programma “yuzu.exe” o “yuzu” presente nella cartella.
In questo menu, occorre impostare tutto come in queste immagini:

Queste impostazioni sono fondamentali per permetterci di giocare al meglio possibile, quindi fate molta attenzione a impostarle esattamente come nelle immagini!

Una volta fatto questo, Yuzu si può considerare ottimalmente configurato.

Tutorial: come avviare Let's Go! Pikachu ed Eevee

Passiamo alla parte più interessante: come si avviano i titoli Let’s Go! Pikachu ed Eevee?

Occorre innanzitutto possedere il gioco per evitare problemi legali. 
Dopodichè, per giocarci su PC, bisogna scaricare la ROM del gioco che alcuni utenti hanno caricato a questo link. In caso di link non funzionante, esiste anche questo mirror. Una volta scaricata la rom, estraiamola da qualche parte (consiglio di creare una directory contenente tutte le ROM). 

Torniamo ora su Yuzu: premiamo “File“, poi premiamo “Select Game Directory” e selezioniamo la cartella contenente la ROM. Il gioco comparirà nell’interfaccia principale dell’emulatore.

Ora ci manca un ultimo accorgimento prima di iniziare, il Savefile
Per ovviare a un problema di gioco, bisogna installare un salvataggio del gioco nel quale l’introduzione viene saltata. Il file di salvataggio si scarica da questo link.
Su Yuzu, premiamo con il tasto destro su Pokemon Let’s Go! e selezioniamo “Open Save Game Location”. Premiamo “OK” sull’unica opzione disponibile e si aprirà una cartella. Ora dobbiamo solo estrarre il file contenuto nell’archivio appena scaricato all’interno di questa cartella. Otterremo quindi una cartella con il file savedata.bin .

Siamo pronti, chiudiamo tutti i programmi in background e avviamo il gioco facendo doppio click!
Noterete che negli interni il gioco si comporterà molto bene, mentre negli esterni ci sarà qualche piccolo rallentamento.
In Boscosmeraldo la lentezza sarà evidente, ma superato quello non sono stati riscontrati particolari problemi.

N.B. Può darsi che il gioco fatichi a partire, e che ci siano dei blocchi durante il gameplay, perciò vi consiglio vivamente di salvare spesso.

IMPORTANTE: non rinominate mai i Pokemon o il giocatore, è una funzione non implementata che causerà un crash immediato!

Compatibilità con altri giochi

Una volta configurato Yuzu per giocare a Pokemon: Let’s Go! sarà possibile giocare anche ad altri giochi, a patto di trovare le ROM (Google è vostro amico).

La lista ufficiale delle compatibilità si trova a questo link, ma già possiamo dirvi che Super Mario Odyssey e Zelda: Breath of the Wild sembrano funzionare molto bene. 

Il procedimento è sempre lo stesso: scaricate la ROM, estraetela nella directory che avete selezionato su Yuzu (quella dove c’è anche Pokemon) e avviate il programma da Yuzu; visto che la configurazione l’abbiamo già fatta prima, non sarà necessario riconfigurare tutto da capo.

N.B. Yuzu è ben fatto, e come tale è molto pesante; serve un computer molto potente per eseguirlo. Consigliamo vivamente almeno 16GB di RAM, una scheda video in grado di gestire bene i giochi (RX580, Nvidia 1060…) e una CPU con un’alta frequenza (dai 3.5 GHz). Nonostante le nostre prove si basino su una build AMD, è stato riportato un incremento di prestazioni su sistemi Intel / Nvidia.

Conclusioni

L’emulazione dello Switch è ancora acerba, ma è funzionale e promette molto bene: ricordatevi di tenere aggiornato Yuzu avviandolo dalla sua icona di modo da permettergli di installare gli aggiornamenti e non demordete se per ora un gioco non funziona. Gli sviluppatori lavorano molto duro e molto velocemente su questo progetto!

Se questa guida ti è piaciuta, facci sapere cosa ne pensi nei commenti e condividila con gli amici 🙂 
Se invece hai incontrato problemi o hai dei dubbi, scrivici sui social o nei commenti!

Iscriviti alla PAGINA FACEBOOK del Proteiforme, per rimanere sempre aggiornato, senza spam, sul nuove guide e tutorial gratuiti 🙂

Se invece hai hai dei dubbi, commenta l’articolo o scrivici su Facebook!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top