PicsArt Premium Mod Apk – Lo hanno crackato? [13.5.3 – 2020]

PicsArt craccato esiste? Uno dei più popolari software per il fotoritocco su smartphone offre funzionalità free e premium favolose. Alcuni utenti hanno trovato una versione che pare sbloccare le funzioni premium gratuitamente. Vediamo se è vero.

Iscriviti alla PAGINA FACEBOOK del Proteiforme, per rimanere sempre aggiornato, senza spam, sul nuove guide e tutorial gratuiti 🙂

Se invece hai hai dei dubbi, commenta l’articolo o scrivici su Facebook!

DISCLAIMER

La pirateria è un reato, che come tale non è incoraggiato nè supportato dagli autori di questo articolo e dal proprietario del sito web.

Qualsiasi utilizzo illecito delle informazioni contenute in questa guida, che vengono fornite solo e solamente a scopo informativo e al fine di permettere la fruizione di contenuti legali, è fortemente osteggiato dagli autori e dal proprietario del sito web.

Si ricorda inoltre che tutte le risorse, i link e le informazioni contenute nella presente guida sono risultato di un’aggregazione di elementi già presenti sul web.

Introduzione

PicsArt è una delle applicazioni più redditizie e più complete per il photo editing su Android e iPhone.
Il suo arrivo ha permesso a milioni di utenti di usufruire di numerosissimi filtri e funzioni avanzate che hanno reso PicsArt una sorta di “Photoshop” per smartphone.

Ovviamente, come in ogni prodotto valido, esiste una versione gratuita di PicsArt e una versione Gold / Premium, che permette l’utilizzo di altre funzionalità (come l’utilissima funzione per cancellare gli elementi nelle foto) e di filtri avanzati.

Nella versione gratuita, inoltre, sono presenti pubblicità e inserzioni che nella versione premium non compaiono.

PicsArt Gold e Premium: i vantaggi

Pare quindi evidente che i vantaggi della versione premium e gold giustifichino ampiamente il costo del prodotto…ma qualcuno non sembra pensarla così, visto che alcuni utenti hanno scoperto una versione modificata di PicsArt in grado di sbloccare le funzioni premium e gold senza pagare un centesimo.

In questo articolo esamineremo la versione cosiddetta craccata per capire meglio come i modder abbiano modificato PicsArt Free per farlo diventare Premium.

PicsArt Crackato: dove si trova?

Un tempo per trovare la versione craccata di un software ci volevano buone conoscenze, una linea internet performante e un po’ di ricerca sul campo.

Non è questo il caso.

Grazie all’interconnessione costante che internet e gli smartphone ci regalano, infatti, è ormai facilissimo scaricare e installare programmi altrimenti introvabili: basta il link giusto, e la nostra app sarà disponibile sul nostro dispositivo preferito.

I modders, in questo caso, hanno diffuso un link che contiene il file di installazione di PicsArt craccato.

Nel caso un utente volesse installarlo, però, sarà necessario abilitare l’installazione da fonti sconosciute quando richiesto.

Per il resto, il link al download si trova a questo indirizzo e pare funzionare benissimo.
Basterà scaricarlo cliccandoci sopra, aprirlo e installarlo (autorizzando l’installazione se richiesto) per avere PicsArt Premium senza pagare un centesimo.

ATTENZIONE: Per accedere alle funzioni esclusive è necessario registrare un account all’avvio del programma (non preoccupatevi, è gratis).
Di solito in questi casi si un account attraverso Google, come proposto, ma se non dovesse funzionare è possibile inserire una mail, una password e un nome utente casuali.

Conclusione

I modders, a quanto pare, hanno fatto un ottimo lavoro nonostante l’evidente non legalità dell’operazione in sè.
Come ricordato dal nostro disclaimer, infatti, la pirateria è un reato che noi condanniamo senza se e senza ma, e questo articolo ha il puro scopo di informare gli utenti di quanto scoperto.

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e sui social!
Se hai dubbi o domande, invece, scrivici su Facebook o nei commenti: la risposta è assicurata 🙂

Iscriviti alla PAGINA FACEBOOK del Proteiforme, per rimanere sempre aggiornato, senza spam, sul nuove guide e tutorial gratuiti 🙂

Se invece hai hai dei dubbi, commenta l’articolo o scrivici su Facebook!

Il Proteiforme consiglia:  Deezer: il rivale di Spotify è stato craccato! [Mod Apk]

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.