PandaHelper: APK mod, download gratuiti su questo store non ufficiale

Il Play Store è uno dei punti di forza di Android, ma non è l'unico app store disponibile sul sistema operativo del robottino verde: vediamo i vantaggi di PandaHelper e come scaricare apk mod gratis

Semplicità
4/5
Utilità
5/5
Affidabilità
5/5

INDICE

  • Introduzione
  • Cosa è PandaHelper
  • Dove scaricare PandaHelper
  • Come si usa PandaHelper
  • Note
  • Conclusione

Iscriviti alla PAGINA FACEBOOK del Proteiforme, per rimanere sempre aggiornato, senza spam, sul nuove guide e tutorial gratuiti 🙂

Se invece hai hai dei dubbi, commenta l’articolo o scrivici su Facebook!

DISCLAIMER

La pirateria è un reato, e come tale non è incoraggiato nè supportato dagli autori di questo articolo e dal proprietario del sito web.

Qualsiasi utilizzo illecito delle informazioni contenute in questa guida, che vengono fornite solo e solamente a scopo informativo e al fine di permettere la fruizione di contenuti legali, è fortemente osteggiato dagli autori e dal proprietario del sito web.

Si ricorda inoltre che tutte le risorse, i link e le informazioni contenute nella presente guida sono risultato di un’aggregazione di elementi già presenti sul web.

Introduzione

Per cercare una app su Android siamo abituati ad aprire il Play Store, fonte inesauribile di applicazioni, giochi e software per la maggior parte gratuiti e liberamente scaricabili.

Come l’App Store di Apple, il Play Store ci fornisce la possibilità di scaricare ed installare un po’ di tutto, senza particolari problemi o limitazioni.

Alcune app, però, risultano rimosse o non presenti sul Play Store.
Altre invece hanno subito delle modifiche, o funzionavano meglio prima di aggiornarsi.
Altre ancora, infine, sono presenti sul web in versione “moddata“, ovvero modificata per sbloccare funzionalità, servizi o trucchi altrimenti non disponibili.

In questi casi gli utenti più esperti riescono a scaricare la app in formato apk dal web per poi installarla sul telefono, ma il rischio è spesso quello di installare virus o malware assieme alla app scaricata, o di imbattersi in pubblicità fastidiose.

Per ovviare a questo problema, è stata creata PandaHelper.

Cosa è PandaHelper

PandaHelper è una app veramente unica nel suo genere: si tratta, sostanzialmente, di un app store non ufficiale appositamente pensato per raccogliere il materiale originale, modificato o indipendente che non è presente sul Play Store di Google.

Tra le migliaia di app presenti su PandaHelper troviamo giochi modificati, applicazioni di uso comune e, purtroppo, anche materiale piratato come le celebri mod di Spotify.

Ovviamente lo scopo di questa guida è quello di fornire informazioni su come installare PandaHelper per i fini consentiti dalla legge, dunque sta a voi utilizzarlo per scaricare materiale legale come ad esempio una versione vecchia di una apk non funzionante o un gioco con i trucchi abilitati: non certo Spotify craccato!

Dove scaricare PandaHelper

Scaricare PandaHelper è molto semplice ed intuitivo.
In effetti basta visitare il sito ufficiale a questo link e cliccare su download per poi installare il file scaricato.
In caso però il sito ufficiale non fosse disponibile, potete scaricare l’ultima versione da questo link.

E’ ovviamente necessario, in caso fosse richiesto, abilitare l’installazione da fonti sconosciute così come notificato da Android.

Una volta scaricato e installato, PandaHelper funzionerà come una normale applicazione.

Come si usa PandaHelper

Aprendo l’applicazione è possibile che compaia una finestra pubblicitaria di pochi secondi, unica vera limitazione di PandaHelper.
Una volta però chiusa, ci troveremo di fronte a un menu molto simile a quello del Play Store.

In basso a destra vi è la possibilità, totalmente opzionale, di iscriversi a PandaHelper per sincronizzare applicazioni e impostazioni. In realtà però il software funziona benissimo anche senza questa registrazione.

In alto, invece, troviamo la barra di ricerca e le schede delle categorie.
Oltre alle raccomandate (For You) troviamo le “mod“, ovvero le applicazioni ufficiali modificate dagli utenti, le “free“, ovvero le applicazioni piratate che quindi NON vanno scaricate in quanto illegali e gli Online Games, giochi da condividere con gli amici per divertirsi insieme.

In basso ci sono altre categorie, ovvero le “Featured“, “Games” e “Apps“, con le classifiche delle più scaricate.

Molto interessante anche la funzione, in alto a destra, che permette di aggiornare con un click le applicazioni che già possiediamo.

Note

Data la natura non ufficiale di PandaHelper, è possibile che alcune applicazioni non si installino o non si aprano correttamente.
In questo caso è bene attendere l’uscita di versioni aggiornate e disinstallare quelle non funzionanti.

Ricordiamo inoltre che i contenuti di PandaHelper sono terzi a Google e non sono in alcun modo ufficiali o verificati, anche se non abbiamo riscontrato problemi di virus o contraffazioni durante i nostri test.

Conclusione

Come vedete, installare PandaHelper è molto semplice e soprattutto enormemente utile.

Se questa guida vi è piaciuta, condividetela sui social e con gli amici 🙂

Se volete rimanere aggiornati sui nostri articoli e le guide del Proteiforme, inserite la vostra mail qui sotto (che NON useremo mai per fare spam e non verrà condivisa con nessuno) o seguiteci su Facebook dal link in basso 🙂

Alla prossima!

Iscriviti alla PAGINA FACEBOOK del Proteiforme, per rimanere sempre aggiornato, senza spam, sul nuove guide e tutorial gratuiti 🙂

Se invece hai hai dei dubbi, commenta l’articolo o scrivici su Facebook!

Il Proteiforme consiglia:  Una VPN a meno di 2 euro al mese? SurfShark - La miglior VPN economica

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.